Alvaro Vatri

Editoriale

L'autorevolezza dell'ARCL: un valore per i propri associati

nuovo LOGO senza cornice

Vetrina Cori Associati

Presentazione dei cori associati divisi per Provincia:

FROSINONE - LATINA - RIETI - ROMA - VITERBO

Nella sezione BLOG i cori presentano la propria attività quotidiana.

arcl targa SCUOLA PARTNER 1

Scuole Partner

Elenco delle “Scuole Partner nella Promozione della Pratica Corale nella Scuola”

 

 

lazioincoroOtt18

LazioinCoro

Bollettino mensile di in-formazione sulla coralità e sulle attività corali della nostra regione. Direttore: Alvaro Vatri, Coordinatore: Chiara De Angelis

 

Lazioincoro

Associazione Regionale Cori del Lazio

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

ARCL: 25 anni di impegno con i Cori del Lazio - VIDEO

Inviato da il in News

Nel maggio del 1990 veniva costituita ufficialmente l’ARCL: a firmare l’atto costitutivo c’erano i Maestri Matteo Bovis, Piero Caraba e Domenico Cieri. Il 17 maggio abbiamo dunque festeggiato i 25 anni di attività dell’Associazione, attività tesa a promuovere e valorizzare la presenza dei cori amatoriali della Regione Lazio e a far nascere e crescere l’attività corale nella scuola e tra le giovani generazioni.

Alle ore 11.00 presso la Sala Accademica del P.I.M.S in piazza S. Agostino abbiamo ringraziato i fondatori, i collaboratori, i sostenitori e tutti gli associati, con la “cornice sonora” del Coro Città di Roma, diretto da Mauro Marchetti.

Nel video una sintesi della manifestazione

15 anni del Coro di vb Incanto

Inviato da il in Blog LazioInCoro

Mercoledì 13 maggio 2015 il coro di voci bianche "Incanto" diretto da Costantino Savelloni festeggia i suoi 15 anni di attività con un concerto al Teatro del Lido, ore 19, in via delle Sirene 22 a Roma (Ostia).

In programma composizioni di Basevi, Coppotelli, Savelloni, Visioli. Con Francesca Candelini, flauti dolci; Sergio Pezzella, chitarra; Gennaro della Monica, violoncello; Enrica Petroselli, pianoforte. Ingresso libero.

Associazione Corale Polyphonia

Inviato da il in Cori Provincia di Roma

La CORALE POLYPHONIA nasce nell’autunno 1986 nella Cattedrale di Porto-S. Rufina a La Storta.Dal 1992 Ë iscritta all’A.R.C.L. (Associazione Regionale Cori del Lazio). Dall’autunno 2010 ha stabilito la sua sede presso la Basilica S. Maria del Popolo a Roma, ha rinnovato i suoi progetti artistici ed articolato l’organico con la costituzione di un ensemble femminile. (...)

Le novità per la nuova stagione

Inviato da il in Editoriali

Eccoci di nuovo a riprendere il dialogo con i nostri amici dopo un breve periodo di vacanza che ci auguriamo sia stato lieto per tutti. Iniziamo la nuova stagione associativa con alcune iniziative importanti che danno realizzazione al “piano strategico” messo a punto dal Consiglio Direttivo, rinnovato lo scorso aprile. Ne abbiamo sommariamente dato conto, ma vedremo di entrare di volta in volta nei dettagli. In generale diciamo che l’ARCL per il triennio 2014-2017 intende “mobilitare” tutti i suoi associati con iniziative che li rendano sempre più aggiornati e competenti e sempre più consapevoli di un’appartenenza “fattiva” all’Associazione.

La prima tappa è stato il rinnovamento del sito, con l’istituzione della figura del “referente” su cui fa perno la nostra comunicazione interna e verso l’esterno.

Il secondo passaggio è la sollecitazione progettuale dei direttori, di cui parliamo più a fondo nel focus.

Un terzo aspetto fondamentale è la formazione della classe dirigente del movimento corale amatoriale, non solo per la nostra associazione regionale ma anche in una prospettiva nazionale e internazionale.

A questo punto inevitabilmente esce fuori la famosa parolina magica: “i giovani”.

Certamente la classe dirigente del futuro sarà formata da coloro che attualmente sono giovani, ma personalmente ritengo illusorio e addirittura disonesto dire che “basta essere giovani” per avere diritto a “governare”, perché sappiamo bene che quello che serve veramente è la competenza e l’esperienza, a qualsiasi età, ed entrambe sono frutto di studio e applicazione. Non è un discorso molto popolare (ovunque sentiamo rivendicare diritti “in quanto giovani”), ma il nostro mondo amatoriale è orientato da valori e da “sogni” che guardano oltre contingenze e mode cercando di attingere sempre a quello che di più bello, più giusto e più vero l’uomo ha compiuto e può ancora compiere nella sua storia (non è tale la musica?). Scendendo sul pratico anticipo che abbiamo intenzione di riprendere “alla grande” il progetto della Commissione Giovanile che, dopo la prima entusiasmante esperienza, non ha avuto il seguito che ci aspettavamo, un po’ per nostra carenza di comunicazione e un po’ per una certa reticenza (se non paura) nei cori a dare spazio ai tanto vezzeggiati giovani.

Prossimamente tutti i cori, oltre ovviamente quelli dichiaratamente “giovanili”, riceveranno l’invito a segnalare all’ARCL dei giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni per formare una commissione composta di 5 elementi che, dotata di un regolamento e di un budget autonomo, si eserciti nel progettare e gestire iniziative utili per la nostra coralità e si prepari al governo futuro delle nostre associazioni “in quanto giovani, ma soprattutto in quanto formati, consapevoli e competenti”.

La Schola Cantorum Santa Maria della Quercia può essere annoverata tra le più antiche corali polifoniche dell’Italia Centrale ed è la Corale Ufficiale del Santuario Mariano di Santa Maria della Quercia di Viterbo.

Editoriale Ottobre 2018

Inviato da il in Editoriali

Carissimi Amici,

eccoci di nuovo a voi con il nostro Bollettino dopo qualche mese di silenzio. Ringrazio i molti che si sono “preoccupati” per la sua assenza e così facendo hanno dimostrato la consapevolezza dell’importanza della Rivista Ufficiale (per chi ama l’inglese: House Organ) di una Associazione come la nostra per diffonderne il pensiero e l’autorevolezza. Vorrei riflettere con voi proprio su questo concetto di “autorevolezza”, ma prima è d’obbligo dar conto del ritardo segnalato e dell’incompletezza delle rubriche che troverete in questo numero di cui ci scusiamo preliminarmente. La nostra redazione è composta da un certo numero di appassionati volontari, per lo più in giovane età, che proprio in virtù della loro bravura e disponibilità stanno progressivamente consolidando le proprie posizioni professionali e lavorative con conseguente riduzione dei tempi a disposizione per le pur amate attività del “tempo libero”. Questo è bello e fisiologico, ma significa che per mantenere il ritmo e la qualità a cui siamo ormai abituati della nostra pubblicazione è necessario che si facciano avanti altri collaboratori che ci aiutino e ci suggeriscano nuove idee per essere sempre aggiornati e all’altezza delle vostre aspettative. Consideratelo quindi un appello caloroso a farvi avanti! E veniamo ad una breve riflessione sul principio di autorevolezza, di cui la qualità è uno dei fattori fondamentali. I latini usavano il termine gravitas per indicare una qualità riconosciuta a chi, dimostrando un atteggiamento partecipativo invece che direttivo, autoritario (=auctoritas, autorità), ha la capacità di coinvolgere gli altri e di influenzarne i comportamenti: questa è appunto l’autorevolezza. Come cerca la nostra Associazione di acquisire autorevolezza nei confronti sia dei suoi associati che della società in generale? Innanzi tutto operando sempre coerentemente con il proprio Statuto che nel nostro caso è fondato su alcuni pilastri chiari e irrinunciabili: il primo è la democraticità dei processi decisionali dell’organizzazione, dalla selezione degli organismi dirigenti alla definizione dei diversi progetti che sono sempre avallati e supportati dagli organismi di consulenza tecnico-artistica previsti dallo statuto e da quelli informali, nati per far fronte alle sempre nuove istanze che affiorano nel nostro movimento corale amatoriale. Il secondo pilastro è la qualità e la competenza della nostra Commissione Artistica, che assiste il Consiglio Direttivo (e tutta l’Associazione) nelle decisioni di carattere artistico, formata da personalità di rilievo in diversi ambiti della vita e delle Istituzioni musicali che ci aiutano a collocare le nostre iniziative in un orizzonte ampio ed alto, in modo da accompagnare l’attività dei nostri cori in un processo di crescita sotto tutti i punti di vista. Il fine è quello di vedere aumentato il riconoscimento e la stima sociale per quello che facciamo e la gratificazione per i cantori che tanto appassionatamente, nobilmente e gratuitamente si dedicano alla pratica corale. Ho usato il verbo “accompagnare” per indicare il rapporto tra l’Associazione e i cori che la costituiscono, perché le nostre proposte non sono mai impositive, o direttive, ma sempre tese a stimolare la consapevolezza, l’autovalutazione e il confronto costruttivo con gli altri, e soprattutto sempre elaborate in modo tale che tutti ci si possano ritrovare ed identificare, senza alcun tipo di discriminazione per nessun criterio. Poi certamente ognuno è libero… Ecco, tutto questo auspichiamo che sia prima di tutto conosciuto dai nostri cantori e dal pubblico più ampio, che sia condiviso tramite un dialogo continuo e teso a perfezionare sempre meglio i nostri processi e rapporti relazionali, in modo tale che quando una iniziativa reca il Logo e il Patrocinio dell’ARCL il pubblico possa immediatamente comprendere cosa c’è dietro e dire: “…questa è una cosa seria!”

Un caro saluto a tutti.

 

 

Corale San Marco

Inviato da il in Cori Provincia di Latina

A pochi mesi dall’inaugurazione di Latina nel 1933 si costituiva la Corale di Littoria, oggi Associazione Corale San Marco, primo sodalizio a carattere ricreativo formativo della nuova città pontina.

Editoriale Giugno 2014

Inviato da il in Editoriali
Cari Amici, gentili Amiche,
Non c’è due senza tre… sembra proprio che questo antico adagio abbia un fondamento di verità, almeno a guardare gli eventi che hanno riguardato l’ARCL in questa primavera 2014.
Si tratta di tre “rinunce”. La prima: il Concorso Corale Regionale ad Ardea (di cui parlo nel “focus” e a cui rimando); la seconda: la mancata cerimonia di premiazione dei Concorsi Scolastici “Macchi & Tocchi” presso il Teatro Olimpico (con annessa esibizione dei cori “fascia oro”);  e la terza, proprio di questi ultimi giorni, la cancellazione della Rassegna Corinfesta per la Festa Europea della Musica.
Una brevissima spiegazione sulla mancata cerimonia di premiazione all’Olimpico. La Regione Lazio anche quest’anno ci ha concesso il Teatro, solo non abbiamo potuto usufruirne perché proprio nel periodo per noi utile (da metà maggio ai primi di giugno) c’è lo spettacolo di Massimo Ranieri che occupa il palcoscenico in modo incompatibile con la nostra manifestazione. Ma, qualcuno domanderà certamente: non si potevano trovare soluzioni alternative invece che rinunciare? Certamente! E le abbiamo anche vagliate (un discorso a parte è da fare sul Concorso di Ardea). Vediamole, anzi, insieme. Per i  Concorsi Scolastici avremmo potuto, per esempio, convocare alcuni (pochi) cori fascia oro presso lo stesso Auditorium del Liceo Volterra sede dei Concorsi, ma avremmo avuto appena 300 posti contro i 1500 dell’Olimpico (che lo scorso anno era quasi gremito) e poi avremmo dovuto rinunciare al valore aggiunto di far salire i nostri giovani “artisti” sul palco dove era salito Strawinskij, o Pollini, o… (pensiamo quanti artisti leggendari si sono avvicendati su quel palco): personalmente posso testimoniare che negli scorsi anni ogni volta che ho raccontato queste cose ho visto gli occhi dei nostri bambini e ragazzi accendersi di emozione. Non vogliamo continuare ad offrire loro questo ulteriore regalo? Non è qualificante per l’ARCL? Siccome si tratta di un impedimento contingente non è meglio saltare un anno piuttosto che togliere valore aggiunto? Veniamo a Corinfesta: viste le difficoltà burocratiche (situazione diversa da quella del Teatro Olimpico e sicuramente discutibile) avremmo potuto, ad esempio, convocare i nostri cori per una pacifica e armoniosa invasione dello spazio cittadino in una sorta di spontanea “contro-festa” della musica. Ma noi non abbiamo ricevuto torti dall’Associazione Festa della Musica (a sua volta imbarazzata dagli ostacoli “strutturali” incontrati), in più l’ARCL fu la prima Associazione ad aderire quando la Festa della Musica fu “importata” a Roma da Parigi dove è nata. Perché rinunciare a questo storico “blasone di nobiltà” e mettersi al di fuori del Cartellone della Festa della Musica? La partecipazione e la presenza ufficiale nel cartellone non rappresentano forse un valore aggiunto alla nostra Rassegna? Chi ha avuto la pazienza di leggermi sin qui avrà intuito che le nostre rinunce di questa primavera 2014 ci salvano da una rinuncia più difficile da recuperare: il “valore aggiunto” delle nostre iniziative. Noi vogliamo continuare ad accogliere i cori scolastici in uno dei “santuari” della vita musicale romana e italiana, noi vogliamo continuare a popolare con la nostra rassegna il Cartellone della Festa Europea della Musica di cui siamo, per la nostra presenza storica, in un certo senso, importanti azionisti! Quest’anno, per “avverse combinazioni astrali” non è stato possibile: bene; cominciamo subito a lavorare perché l’anno prossimo ciò non accada, ma non ci accontentiamo di niente di meno. La nostra attività corale amatoriale, libera, volontaria, generosa, gratuita, appassionata non è forse “il valore aggiunto” della nostra quotidianità? Lo “svendereste”? Io certamente no!
Un caro saluto a tutti.

Alvaro Vatri
Presidente A.R.C.L

Organismi Informali

Inviato da il in Informazioni A.R.C.L.
Organismi Informali
Settore Responsabili
Consulta dei Direttori da nominare, coordinatore
Consulta dei Presidenti da nominare, coordinatore
Commissione Immagine e Comunicazione Mariangela Garofalo
Sito Internet Giovanni Galotta, webmaster
Lazio in Coro Dodo Versino, coordinatore
Commissione Rassegne e Progetti Luigi D'Orazi, coordinatore, Franco Ranucci
Commissione Aggiornamento M° Amedeo Scutiero
Commissione Scuola e Concorsi Scolastici

M° Costantino Savelloni, coordinatore, M° Carmelina Sorace, M° Rita Nuti

Visite: 10825 Continua a leggere

Gli Organi

Inviato da il in Informazioni A.R.C.L.
Consiglio Direttivo Regionale
Nominativo Ruolo Provenienza Provincia
Alvaro Vatri Presidente Direttore "Corale Polyphonia" RM
Monica Molella Vicepresidente Direttore Coro Ass. Carta da Musica LT
Danilo Silvetti
Segretario Presidente Coro Polifonico "Rutuli Cantores" RM
Franco Ranucci Consigliere Presidente "Coro della Terra" RM
Fabrizio Castellani
Consigliere Direttore "Coro Sol diesis" di Civitavecchia RM
Eugenio Ferrario Consigliere Presidente Coro "Ottava Nota" di Rocca di Papa RM
Giuseppina Antonucci Consigliere Direttore "Coro C.A.I. Frosinone" FR
Letizia Rauco Osservatore Corale S. Giuseppe da Leonessa RI

Commissione Artistica

Nominativo Provenienza
   

Collegio dei Revisori dei Conti

Nominativo Provenienza
Luciano Bellasi Coro Castelli Singers
Roberto Proietti Corale S. Caecilia di Vicovaro
Pio Mimmo
Liberi Cantores di Aprilia

Collegio dei Probiviri

Membri Effettivi Provenienza
Elisabetta Bertini Presidente Gruppo Vocale Ronde - Roma
   
Emanuela Turri Presidente Corale Polyphonia - Roma

 

Membri Supplenti Provenienza

 
Visite: 10439 Continua a leggere

L'Attività

Inviato da il in Informazioni A.R.C.L.
Le linee di attività dell'A.R.C.L. scaturiscono dalle finalità statutarie. Tra queste è stato dato impulso, in questi anni, principalmente a:
  • lo sviluppo della pratica corale nel mondo della scuola, con i concorsi "E. Macchi" e "G.L. Tocchi";
  • l'aggiornamento degli operatori del settore, con i corsi per i direttori e l'attività di aggiornamento didattico in collaborazione con gli enti pubblici;
  • la promozione della qualità delle compagini corali, con le Rassegne ed il Concorso Regionale Città di Vallecorsa e poi Città di Rieti;
  • la valorizzazione della tradizione musicale regionale, con il concorso di elaborazione corale di canti popolari di area laziale e l'antologia su CD di canti popolari laziali elaborati per coro;
  • il contributo all'arricchimento del repertorio corale, con il Concorso di composizione corale su testo sacro "Roma 2000";
  • la collaborazione con enti importanti per l'organizzazione di manifestazioni di rilievo come la Festa Europea della Musica;
  • il sostegno e la promozione, attraverso il patrocinio, delle iniziative di particolare rilevanza organizzate dai cori associati (Rassegne, Incontri, Concorsi).
Non viene peraltro trascurato l'aspetto normativo dell'attività corale associativa. In questo ambito l'A.R.C.L. ha istituito, tra le altre, una commissione che segue l'evolversi della situazione legislativa per fornire una consulenza affidabile ed autorevole ai cori associati ed anche alle altre realtà che operano nel settore.

 

Le Finalità

Inviato da il in Informazioni A.R.C.L.
L'Associazione Regionale Cori del Lazio è la risposta ad una esigenza diffusa tra tutti coloro che praticano l'attività corale amatoriale, e cioè quella di mettere in comune il patrimonio di esperienze umane, culturali, artistiche, sociali e fare in modo che vengano conosciute e valorizzate dalla società più ampia. Così una attività che a volte nasce come forma di svago alternativa acquista il valore inestimabile di un servizio reso alla collettività gratuito e volontario. L'associazionismo certifica e salvaguarda la qualità di tale servizio e con le sue iniziative, raccordate ai vari livelli - regionale, nazionale, internazionale - ne incentiva lo sviluppo e la crescita qualitativa e quantitativa e lo accredita quale interlocutore qualificato, autorevole e privilegiato, presso le istituzioni.

Come sintesi delle finalità dell'Associazione, abbiamo inserito qui di seguito un estratto dello Statuto che peraltro può essere consultato integralmente nell'apposita pagina.



Dallo Statuto vigente della
ASSOCIAZIONE REGIONALE CORI DEL LAZIO


ARTICOLO 1: COSTITUZIONE

È costituita l'Associazione Regionale Cori del Lazio (A.R.C.L.). Essa ha durata illimitata. È apolitica ed apartitica e non persegue scopi di lucro.

[...]

ARTICOLO 3: FINALITÀ

L'Associazione Regionale Cori del Lazio, nel rispetto assoluto dell'autonomia dei singoli cori che ad essa aderiscono, si propone di incrementare e valorizzare l'attività corale nella realtà regionale, sia quale mezzo didattico-musicale e di trasmissione culturale, sia quale momento peculiare di un processo educativo individuale e comunitario. Pertanto, in particolare, si propone di:
  • favorire e promuovere incontri corali ad ogni livello e sviluppare forme di collaborazione, di coproduzione e di coordinamento fra i cori della Regione;
  • individuare, sollecitare e promuovere iniziative volte al miglioramento tecnico-musicale della coralità amatoriale nella Regione (corsi di formazione e qualificazione professionale per direttori di coro, corsi di preparazione musicale e vocale per cantori, seminari di studio e convegni sulla pratica e la cultura corale, ecc.);
  • organizzare, ove e quando possibile, senza escludere la collaborazione di altri organismi, concorsi, rassegne guidate, manifestazioni e concerti, anche finalizzandoli alla diffusione del patrimonio musicale del Lazio;
  • curare in proprio o in collaborazione con altri organismi, la pubblicazione e/o la diffusione di pubblicazioni a carattere didattico-corale, edizioni nastrodiscografiche, edizioni musicali, specie se volte alla ricerca e alla diffusione del patrimonio corale di ogni epoca e stile della Regione;
  • sviluppare, ove possibile, iniziative di collegamento e di collaborazione con Enti, Associazioni e Istituzioni musicali, culturali e scolastiche (quando si ritenga necessaria la qualificazione dell'attività corale quale mezzo propedeutico e primario dell'Educazione Musicale), nonché con operatori musicali che agiscono nella Regione;
    stabilire rapporti costanti con gli organi centrali della Regione e dello Stato e con Enti ed Istituzioni per sostenere e tutelare gli interessi generali della coralità regionale; studiare e realizzare iniziative e collaborazioni con gli organi di informazione pubblici e privati per la diffusione dell'attività e della cultura corale;
  • istituire un centro raccolta dati di tutti i cori della Regione, e quindi pubblicare un Annuario dei Cori del Lazio, per fornire ai cori stessi, agli operatori e a chiunque ne fosse interessato una mappa dei cori della Regione e per provvedere, appena possibile, alla pubblicazione di un Bollettino periodico di informazione sull'attività corale regionale; sviluppare rapporti e collaborazioni con organizzazioni similari, italiane e straniere, su basi di reciprocità non escludendo l'adesione a Federazioni corali nazionali e internazionali;
  • sviluppare qualsiasi altra iniziativa volta al raggiungimento degli scopi statutari.
ARTICOLO 4: SOCI

Possono essere soci tutti i Cori i cui scopi si armonizzino con quelli dell'Associazione e che abbiano sede e svolgano la loro attività nella Regione Lazio.

[...]

 

Chi Siamo

Inviato da il in Informazioni A.R.C.L.
b2ap3_thumbnail_arcl_logo_senza_bordo_scuro.pngL'A.R.C.L. (Associazione Regionale Cori del Lazio) operativamente agisce dal 1990. Il numero dei cori associati è progressivamente aumentato dai 15 iniziali agli oltre 100 nel 1997, quota sulla quale si è attestato con lievi fluttuazioni annuali. La tipologia dei cori iscritti risulta dai dati riportati dall' "ANNUARIO - La Coralità in Regione" edito dall'A.R.C.L. annualmente, e nel dettaglio vede un notevole numero di cori misti, cori di bambini e formazioni a voci pari. Cori associati sono presenti in tutte le 5 province e rappresentano oltre 3000 cantori. Dal 1995 l'Associazione ha introdotto la "Tessera del Cantore" come segno di appartenenza ad una realtà grande e con ideali comuni consapevolmente condivisi.

In questi anni di attività l'A.R.C.L. ha operato a tutto campo con iniziative miranti a divulgare ed incentivare la crescita e lo sviluppo qualitativo della coralità regionale. Sono state così realizzate varie rassegne corali ed altre iniziative, alle quali vanno aggiunte quelle promosse dai singoli cori iscritti, spesso patrocinate dall'Associazione stessa. L'attività della coralità laziale pertanto risulta particolarmente intensa. L'A.R.C.L. inoltre presta la sua collaborazione ogni qualvolta viene richiesta da enti e da altre organizzazioni per iniziative volte alla divulgazione della coralità e della pratica corale.

Ma le iniziative dell'A.R.C.L. non si limitano all'attività concertistica: "Se crediamo nella coralità non possiamo non occuparci dei bambini"- era solito ripetere il M° Domenico Cieri, uno dei "padri fondatori" dell'Associazione, presidente del Consiglio direttivo regionale fino al marzo 2002, scomparso il 30 aprile dello stesso anno. Questa attenzione si è concretizzata, già nel 92, nel "Concorso Regionale EGISTO MACCHI" per cori di voci bianche operanti nella scuola dell'obbligo articolato nelle categorie A) - Scuola Elementare e B) - Scuola Media. Anche i Cori giovanili operanti nella Scuola Media Superiore sono presi in considerazione: a loro infatti è riservato il "Concorso Regionale GIAN LUCA TOCCHI" istituito nel 1996. Nel 2003 sono stati già distribuiti i bandi relativi, rispettivamente, alla XII ed alla IX edizione di tali concorsi. Dal 1996 alcune delle esecuzioni dei cori partecipanti ai Concorsi sono state raccolte in tre CD, dal titolo "Corilandiauno/due/tre", editi dall'A.R.C.L. relativi ai Concorsi del 1996, 1997 1998, allo scopo di fornire ai cantori ed ai loro direttori un ulteriore mezzo di riflessione e studio. Successivamente si è optato per la registrazione integrale della manifestazione da conservare in archivio, estrapolando e consegnando al termine delle esibizioni le incisioni relative ai singoli cori partecipanti.

Ancora in tema di concorsi è da segnalare il "Concorso Regionale di Canto Corale CITTÀ' DI VALLECORSA", riservato a cori operanti nella regione Lazio - organizzato dal Comune di Vallecorsa in collaborazione con l'A.R.C.L. - il cui vincitore è ammesso automaticamente al Concorso Polifonico Nazionale "Guido d'Arezzo". Il Concorso si è poi trasferito a Rieti, con le stesse cratteristiche organizzative e di esito promozionale. Dopo l'edizione del 2001 l'organizzazione del Concorso ha subito una interruzione. Non è trascurato il repertorio popolare regionale: è stato infatti varato il "Concorso nazionale di elaborazione Corale di un canto della tradizione orale di area laziale": le opere selezionate sono pubblicate, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pro Musica Studium, in un fascicolo dal titolo "Canti Popolari del Lazio".
Così pure la "coralità laziale" comincia ad essere documentata concretamente con un cofanetto antologico di 2 CD "Il Canto Corale - Lazio, vol.I", a cui hanno partecipato effettuando le registrazioni 19 cori, realizzato in collaborazione con "Il Vecchio Mulino Produzioni" di Lucca. Sono peraltro allo studio altri CD con repertori più mirati.

Altro prezioso contributo alla coralità dato dall'A.R.C.L. è l'"Annuario" strumento autorevole di diffusione delle esperienze e di incentivazione a fare sempre meglio. L'Annuario rappresenta un momento di incontro, di confronto e di scambio di esperienze, in esso sono riportate non solo tutte le notizie relative a ciascun coro (organici, direttivi, strutturazione dell'attività, ma anche i repertori studiati e le manifestazioni realizzate). Tutti questi dati vengono poi riproposti in forma sintetica; ne risulta uno spaccato vivo del fermento "corale" della regione: si può vedere "come" e "cosa" il Lazio canta in coro. In quest'ottica vanno iscritte due altre iniziative prese dall'Associazione: - L'Archivio Regionale della Musica Corale; -
Il Centro Internazionale di documentazione della Musica Corale del XX secolo, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pro Musica Studium. In tema di editoria si segnala ancora la pubblicazione di due fascicoli de "La Musica Corale del XX secolo su testo latino e italiano - Contributo ad un Catalogo Europeo", nonché del fascicolo "Tecnica vocale" di Carl Høgset, a cura di Giorgio Monari, Amedeo Scutiero e Maurizio Ciaschini.

L'aggiornamento dei direttori è un aspetto su cui si incentra particolarmente l'attenzione dell'Associazione; a tal fine sono stati realizzati seminari per direttori di coro, che vanno dalla pratica della direzione, alla vocalità, all'analisi musicale. In quest'ambito l'ARCL, in collaborazione con la FE.N.I.A.R.CO ha organizzato il Corso per direttori di Coro sulla musica corale contemporanea - livello avanzato -. Il Corso è stato tenuto dal M° Gary Graden, direttore del St. Jacob's Chamber Choir di Stoccolma. Successivamente (nel 1999) nell'ambito del progetto "Promozione, sviluppo, valorizzazione e divulgazione dell'attività corale e didattico-corale dell'A.R.C.L. nel territorio laziale" - realizzato con la collaborazione e il contributo della Regione Lazio - Assessorato alla Cultura -, l'Associazione ha dato inizio al Corso per direttori di Coro sulla prassi esecutiva della polifonia dei sec XVI-XVIII a cura del prof Francesco Luisi.
Per l'aspetto "promozione della musica e della pratica corale nelle scuole del Lazio" l'A.R.C.L. ha realizzato due corsi per insegnanti di scuola materno-elementare di 30 h ciascuno tenuti rispettivamente dalla prof.ssa Andrea Horvath sul "Metodo Kodaly" e dalla prof.ssa Marina Mungai. Nel dicembre del 2000 ha realizzato un Corso per direttori di coro sulla musica moderno-contemporanea tenuto dal M° Carl Høgset. Un contributo importante alla riflessione sulla realtà corale in generale e amatoriale in particolare viene fornito dai momenti di studio sollecitati dai seminari e dai convegni che l'A.R.C.L. organizza. Innanzi tutto i seminari contestuali ai concorsi "E. Macchi" e "G.L. Tocchi" in cui i direttori dei cori partecipanti, docenti, membri delle giurie ed esperti animano un confronto sulle svariate problematiche che emergono durante le giornate di competizione.

Nel mese di Dicembre 1997 l'ARCL, in collaborazione con la Regione Lazio, ha organizzato un Convegno sulla Coralità Laziale (con proiezioni su situazioni e problematiche nazionali italiane ed europee) con il corollario di un ciclo di concerti attinenti ad alcuni degli argomenti trattati nel Convegno stesso (Concerti sulla musica corale per l'infanzia e per la gioventù, sulla musica corale del XX sec., sul canto popolare e l'elaborazione corale, sulla polifonia di scuola romana nei sec. XVI-XVIII ecc.). Nel dicembre del 2000 ha organizzato, presso la Sala del Carroccio in Campidoglio il Convegno sul Canto popolare laziale e la Coralità con la partecipazione di illustri relatori (professori universitari, ricercatori, compositori, esperti del settore) dal quale sono scaturiti spunti e stimoli che saranno trasformati in progetti volti alla promozione e all'aggiornamento continuo dei repertori corali laziali.

L'A.R.C.L. è tra le associazioni fondatrici della FE.N.I.A.R.CO, Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali, della quale è, ovviamente, Membro.
Nel complesso dunque, come si può vedere, un fermento di iniziative impegnative ma allo stesso tempo entusiasmanti, soprattutto nella consapevolezza di operare per la diffusione di un ideale artistico e umano che trova sempre più appassionati cultori e sostenitori.

 

Visite: 10981 Continua a leggere

Cori Protocollo I.R.O.C.*

choralroaming arcl

Keep singing … in Rome
Are you going to stay in Rome for a short (or a long) period for study or work reasons and do you wish to continue (or to start) singing in a choir? Get in touch with our choral network I.R.O.C. (International Roma Open Choir) and choose the choir that’s right for you! Singing in a choir in Rome: make your wish come true!

Come iscriversi (o rinnovare l'iscrizione) all'A.R.C.L.?

logo arcl 2014

Eventi Imminenti

Visite

Oggi 3

Ieri 25

Settimana 58

Mese 584

Tutte 10304272

Abbiamo 23 visitatori e nessun membro online

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra - Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Informativa