Alvaro Vatri

Editoriale

L'autorevolezza dell'ARCL: un valore per i propri associati

nuovo LOGO senza cornice

Vetrina Cori Associati

Presentazione dei cori associati divisi per Provincia:

FROSINONE - LATINA - RIETI - ROMA - VITERBO

Nella sezione BLOG i cori presentano la propria attività quotidiana.

Tgga 30x20

Scuole Partner

Elenco delle “Scuole Partner nella Promozione della Pratica Corale nella Scuola”

 

 

lazioincoroOtt18

LazioinCoro

Bollettino mensile di in-formazione sulla coralità e sulle attività corali della nostra regione. Direttore: Alvaro Vatri, Coordinatore: Chiara De Angelis

 

Lazioincoro

Associazione Regionale Cori del Lazio

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Le novità per la nuova stagione

Inviato da il in Editoriali

Eccoci di nuovo a riprendere il dialogo con i nostri amici dopo un breve periodo di vacanza che ci auguriamo sia stato lieto per tutti. Iniziamo la nuova stagione associativa con alcune iniziative importanti che danno realizzazione al “piano strategico” messo a punto dal Consiglio Direttivo, rinnovato lo scorso aprile. Ne abbiamo sommariamente dato conto, ma vedremo di entrare di volta in volta nei dettagli. In generale diciamo che l’ARCL per il triennio 2014-2017 intende “mobilitare” tutti i suoi associati con iniziative che li rendano sempre più aggiornati e competenti e sempre più consapevoli di un’appartenenza “fattiva” all’Associazione.

La prima tappa è stato il rinnovamento del sito, con l’istituzione della figura del “referente” su cui fa perno la nostra comunicazione interna e verso l’esterno.

Il secondo passaggio è la sollecitazione progettuale dei direttori, di cui parliamo più a fondo nel focus.

Un terzo aspetto fondamentale è la formazione della classe dirigente del movimento corale amatoriale, non solo per la nostra associazione regionale ma anche in una prospettiva nazionale e internazionale.

A questo punto inevitabilmente esce fuori la famosa parolina magica: “i giovani”.

Certamente la classe dirigente del futuro sarà formata da coloro che attualmente sono giovani, ma personalmente ritengo illusorio e addirittura disonesto dire che “basta essere giovani” per avere diritto a “governare”, perché sappiamo bene che quello che serve veramente è la competenza e l’esperienza, a qualsiasi età, ed entrambe sono frutto di studio e applicazione. Non è un discorso molto popolare (ovunque sentiamo rivendicare diritti “in quanto giovani”), ma il nostro mondo amatoriale è orientato da valori e da “sogni” che guardano oltre contingenze e mode cercando di attingere sempre a quello che di più bello, più giusto e più vero l’uomo ha compiuto e può ancora compiere nella sua storia (non è tale la musica?). Scendendo sul pratico anticipo che abbiamo intenzione di riprendere “alla grande” il progetto della Commissione Giovanile che, dopo la prima entusiasmante esperienza, non ha avuto il seguito che ci aspettavamo, un po’ per nostra carenza di comunicazione e un po’ per una certa reticenza (se non paura) nei cori a dare spazio ai tanto vezzeggiati giovani.

Prossimamente tutti i cori, oltre ovviamente quelli dichiaratamente “giovanili”, riceveranno l’invito a segnalare all’ARCL dei giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni per formare una commissione composta di 5 elementi che, dotata di un regolamento e di un budget autonomo, si eserciti nel progettare e gestire iniziative utili per la nostra coralità e si prepari al governo futuro delle nostre associazioni “in quanto giovani, ma soprattutto in quanto formati, consapevoli e competenti”.

Editoriale Ottobre 2018

Inviato da il in Editoriali

Carissimi Amici,

eccoci di nuovo a voi con il nostro Bollettino dopo qualche mese di silenzio. Ringrazio i molti che si sono “preoccupati” per la sua assenza e così facendo hanno dimostrato la consapevolezza dell’importanza della Rivista Ufficiale (per chi ama l’inglese: House Organ) di una Associazione come la nostra per diffonderne il pensiero e l’autorevolezza. Vorrei riflettere con voi proprio su questo concetto di “autorevolezza”, ma prima è d’obbligo dar conto del ritardo segnalato e dell’incompletezza delle rubriche che troverete in questo numero di cui ci scusiamo preliminarmente. La nostra redazione è composta da un certo numero di appassionati volontari, per lo più in giovane età, che proprio in virtù della loro bravura e disponibilità stanno progressivamente consolidando le proprie posizioni professionali e lavorative con conseguente riduzione dei tempi a disposizione per le pur amate attività del “tempo libero”. Questo è bello e fisiologico, ma significa che per mantenere il ritmo e la qualità a cui siamo ormai abituati della nostra pubblicazione è necessario che si facciano avanti altri collaboratori che ci aiutino e ci suggeriscano nuove idee per essere sempre aggiornati e all’altezza delle vostre aspettative. Consideratelo quindi un appello caloroso a farvi avanti! E veniamo ad una breve riflessione sul principio di autorevolezza, di cui la qualità è uno dei fattori fondamentali. I latini usavano il termine gravitas per indicare una qualità riconosciuta a chi, dimostrando un atteggiamento partecipativo invece che direttivo, autoritario (=auctoritas, autorità), ha la capacità di coinvolgere gli altri e di influenzarne i comportamenti: questa è appunto l’autorevolezza. Come cerca la nostra Associazione di acquisire autorevolezza nei confronti sia dei suoi associati che della società in generale? Innanzi tutto operando sempre coerentemente con il proprio Statuto che nel nostro caso è fondato su alcuni pilastri chiari e irrinunciabili: il primo è la democraticità dei processi decisionali dell’organizzazione, dalla selezione degli organismi dirigenti alla definizione dei diversi progetti che sono sempre avallati e supportati dagli organismi di consulenza tecnico-artistica previsti dallo statuto e da quelli informali, nati per far fronte alle sempre nuove istanze che affiorano nel nostro movimento corale amatoriale. Il secondo pilastro è la qualità e la competenza della nostra Commissione Artistica, che assiste il Consiglio Direttivo (e tutta l’Associazione) nelle decisioni di carattere artistico, formata da personalità di rilievo in diversi ambiti della vita e delle Istituzioni musicali che ci aiutano a collocare le nostre iniziative in un orizzonte ampio ed alto, in modo da accompagnare l’attività dei nostri cori in un processo di crescita sotto tutti i punti di vista. Il fine è quello di vedere aumentato il riconoscimento e la stima sociale per quello che facciamo e la gratificazione per i cantori che tanto appassionatamente, nobilmente e gratuitamente si dedicano alla pratica corale. Ho usato il verbo “accompagnare” per indicare il rapporto tra l’Associazione e i cori che la costituiscono, perché le nostre proposte non sono mai impositive, o direttive, ma sempre tese a stimolare la consapevolezza, l’autovalutazione e il confronto costruttivo con gli altri, e soprattutto sempre elaborate in modo tale che tutti ci si possano ritrovare ed identificare, senza alcun tipo di discriminazione per nessun criterio. Poi certamente ognuno è libero… Ecco, tutto questo auspichiamo che sia prima di tutto conosciuto dai nostri cantori e dal pubblico più ampio, che sia condiviso tramite un dialogo continuo e teso a perfezionare sempre meglio i nostri processi e rapporti relazionali, in modo tale che quando una iniziativa reca il Logo e il Patrocinio dell’ARCL il pubblico possa immediatamente comprendere cosa c’è dietro e dire: “…questa è una cosa seria!”

Un caro saluto a tutti.

 

 

Editoriale Giugno 2014

Inviato da il in Editoriali
Cari Amici, gentili Amiche,
Non c’è due senza tre… sembra proprio che questo antico adagio abbia un fondamento di verità, almeno a guardare gli eventi che hanno riguardato l’ARCL in questa primavera 2014.
Si tratta di tre “rinunce”. La prima: il Concorso Corale Regionale ad Ardea (di cui parlo nel “focus” e a cui rimando); la seconda: la mancata cerimonia di premiazione dei Concorsi Scolastici “Macchi & Tocchi” presso il Teatro Olimpico (con annessa esibizione dei cori “fascia oro”);  e la terza, proprio di questi ultimi giorni, la cancellazione della Rassegna Corinfesta per la Festa Europea della Musica.
Una brevissima spiegazione sulla mancata cerimonia di premiazione all’Olimpico. La Regione Lazio anche quest’anno ci ha concesso il Teatro, solo non abbiamo potuto usufruirne perché proprio nel periodo per noi utile (da metà maggio ai primi di giugno) c’è lo spettacolo di Massimo Ranieri che occupa il palcoscenico in modo incompatibile con la nostra manifestazione. Ma, qualcuno domanderà certamente: non si potevano trovare soluzioni alternative invece che rinunciare? Certamente! E le abbiamo anche vagliate (un discorso a parte è da fare sul Concorso di Ardea). Vediamole, anzi, insieme. Per i  Concorsi Scolastici avremmo potuto, per esempio, convocare alcuni (pochi) cori fascia oro presso lo stesso Auditorium del Liceo Volterra sede dei Concorsi, ma avremmo avuto appena 300 posti contro i 1500 dell’Olimpico (che lo scorso anno era quasi gremito) e poi avremmo dovuto rinunciare al valore aggiunto di far salire i nostri giovani “artisti” sul palco dove era salito Strawinskij, o Pollini, o… (pensiamo quanti artisti leggendari si sono avvicendati su quel palco): personalmente posso testimoniare che negli scorsi anni ogni volta che ho raccontato queste cose ho visto gli occhi dei nostri bambini e ragazzi accendersi di emozione. Non vogliamo continuare ad offrire loro questo ulteriore regalo? Non è qualificante per l’ARCL? Siccome si tratta di un impedimento contingente non è meglio saltare un anno piuttosto che togliere valore aggiunto? Veniamo a Corinfesta: viste le difficoltà burocratiche (situazione diversa da quella del Teatro Olimpico e sicuramente discutibile) avremmo potuto, ad esempio, convocare i nostri cori per una pacifica e armoniosa invasione dello spazio cittadino in una sorta di spontanea “contro-festa” della musica. Ma noi non abbiamo ricevuto torti dall’Associazione Festa della Musica (a sua volta imbarazzata dagli ostacoli “strutturali” incontrati), in più l’ARCL fu la prima Associazione ad aderire quando la Festa della Musica fu “importata” a Roma da Parigi dove è nata. Perché rinunciare a questo storico “blasone di nobiltà” e mettersi al di fuori del Cartellone della Festa della Musica? La partecipazione e la presenza ufficiale nel cartellone non rappresentano forse un valore aggiunto alla nostra Rassegna? Chi ha avuto la pazienza di leggermi sin qui avrà intuito che le nostre rinunce di questa primavera 2014 ci salvano da una rinuncia più difficile da recuperare: il “valore aggiunto” delle nostre iniziative. Noi vogliamo continuare ad accogliere i cori scolastici in uno dei “santuari” della vita musicale romana e italiana, noi vogliamo continuare a popolare con la nostra rassegna il Cartellone della Festa Europea della Musica di cui siamo, per la nostra presenza storica, in un certo senso, importanti azionisti! Quest’anno, per “avverse combinazioni astrali” non è stato possibile: bene; cominciamo subito a lavorare perché l’anno prossimo ciò non accada, ma non ci accontentiamo di niente di meno. La nostra attività corale amatoriale, libera, volontaria, generosa, gratuita, appassionata non è forse “il valore aggiunto” della nostra quotidianità? Lo “svendereste”? Io certamente no!
Un caro saluto a tutti.

Alvaro Vatri
Presidente A.R.C.L

Cori Protocollo I.R.O.C.*

choralroaming arcl

Keep singing … in Rome
Are you going to stay in Rome for a short (or a long) period for study or work reasons and do you wish to continue (or to start) singing in a choir? Get in touch with our choral network I.R.O.C. (International Roma Open Choir) and choose the choir that’s right for you! Singing in a choir in Rome: make your wish come true!

Come iscriversi (o rinnovare l'iscrizione) all'A.R.C.L.?

logo arcl 2014

Eventi Imminenti

Visite

Oggi 4

Ieri 55

Settimana 4

Mese 1178

Tutte 10295149

Abbiamo 33 visitatori e nessun membro online

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra - Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Informativa